Crea sito
La domenica delle palme

La domenica delle palme

    Domenica delle Palme, o Domenica della Passione del Signore, è la festa che nel...

San Giuseppe, perche' si festeggia

San Giuseppe, perche' si festeggia

Così recita il Martirologio Romano: «Solennità di san Giuseppe, sposo della beata Vergine Maria:...

GIUDA morì prima o dopo la risurrezione di Gesù?

GIUDA morì prima o dopo la risurrezione di Gesù?

  GIUDA morì prima o dopo la   risurrezione di Gesù? Giuda altro non...

Intorno al presepe: idee, emozioni, sensazioni e storia

Intorno al presepe: idee, emozioni, sensazioni e storia

  Ino Cardinale -  Nel buio della notte… il Mistero! «E Maria diede alla luce il...

PRESEPI   ARTISTICI    FRANCO E ANTONIO DIMA

PRESEPI ARTISTICI FRANCO E ANTONIO DIMA

  Franco e Antonio nella vita fanno ben altro Franco Architetto, Antonio ragazzo di soli...

L'aspetto di Gesù - di   Franco e Antonio DIMA

L'aspetto di Gesù - di Franco e Antonio DIMA

Aspetto di Gesù Come tutti sappiamo la storia dell’arte ci ha tramandato l’aspetto di...

  • La domenica delle palme

    La domenica delle palme

    Sabato, 08 Aprile 2017 22:03
  • San Giuseppe, perche' si festeggia

    San Giuseppe, perche' si festeggia

    Domenica, 19 Marzo 2017 06:58
  • GIUDA morì prima o dopo la risurrezione di Gesù?

    GIUDA morì prima o dopo la risurrezione di Gesù?

    Domenica, 05 Marzo 2017 00:13
  • Intorno al presepe: idee, emozioni, sensazioni e storia

    Intorno al presepe: idee, emozioni, sensazioni e storia

    Sabato, 11 Febbraio 2017 15:54
  • PRESEPI   ARTISTICI    FRANCO E ANTONIO DIMA

    PRESEPI ARTISTICI FRANCO E ANTONIO DIMA

    Sabato, 11 Febbraio 2017 14:47
  • L'aspetto di Gesù - di   Franco e Antonio DIMA

    L'aspetto di Gesù - di Franco e Antonio DIMA

    Giovedì, 02 Febbraio 2017 10:49

Aspetto di Gesù

Come tutti sappiamo la storia dell’arte ci ha tramandato l’aspetto di Cristo  come un giovane dai capelli lunghi e barba folta, anche se i vangeli sull’aspetto di Cristo non ci tramandano nulla o meglio non troviamo nessuna descrizione sul come era fisicamente.

Ultimamente per caso leggevo che in un archivio privato è stata trovata, una stampaincollata su cartoncino, risalente   al 1920 circa,dalla didascalia in calce, si legge che si tratta  del reale volto di Gesù riprodotto dal volto  fatto incidere dall'imperatore Tiberio su un smeraldo, di proprietà del tesoro imperiale di Costantinopoli prima, non si sa comecaduto successivamente in mano ai turchi nel 1453 e dal sultano Bajazet II donato a papa Innocenzo VIII.

A questo ritratto iconografico fa riscontro la lettera di Plinio Lentulo, proconsole della Giudea.

 La lettera circa l’aspetto di Cristo cita:

“A Tiberio Cesare, Salute. E' apparso da queste parti un uomo dotato di eccezionale potenza, e lo chiamano il grande Profeta.

I suoi discepoli lo appellano Figlio di Dio.

Il suo nome è Gesù.

Ogni giorno si sentono cose prodigiose di questo Cristo, che risuscita i morti e guarisce ogni infermità.

Egli è di aspetto maestoso, tanto che coloro i quali lo vedono, lo amano e lo temono allo stesso tempo.

Il suo viso roseo, barba divisa nel mezzo, è di una bellezza incomparabile, occhi azzurri e brillanti, capelli colore delle noci mature, lisci scendono fino alle orecchie, dalle orecchie in giù sono increspati e ricci molto più chiari e lucenti ondulati sulle spalle, nel mezzo una riga.

Cammina scalzo…..., nessuno lo vide mai ridere, ma molti lo videro piangere.

Un viso senza rughe ne macchie abbellito da un moderato rossore.

La statura del corpo alta e dritta, mani e braccia belli alla vista.

Lettera questa trovata da un certo Giacomo Colonna intorno al 1421, in un documento che proveniva da Costantinopoli risalente al 300 d.c. circa. Alcuni studiosi affermano invece che trattasi di un documento risalente al Medioevo un falso privo di qualsiasi interesse.

Gesù viene anche identificato come il Nazareno probabilmente  per il periodo passato nella città di Nazaret per alcuni, altri invece pensano che il Nazareno derivi da Nazireo nel senso che Cristo avrebbe aderito al “nazierato”, il nazierato altro non era che un voto temporaneo di consacrazione a Dio. Chi aderiva a questo voto non doveva bere vino o altri tipi di liquori e non doveva tagliare i capelli. Probabilmente si arriva a questa conclusione per il semplice fatto che dai 12 anni fino all’età di 30 circa non si sa nulla su Cristo non si sa in quale luogo si trova ne cosa fa quindi si pensa che aderisce al “nazierato” da questo il nome Nazareno.

(Anche se c’è da dire che lui stesso provvide miracolosamente al vino durante la festa nuziale a Cana di Galilea. (Giovanni 2:1-11))

Ritornando a parlare   dei lineamenti di Gesù e del colore della sua pelleda appassionato quale sono della figura di Cristo sicuramente erano semitici, ereditati dalla madre Maria, che era ebrea, come ebrei erano  gli antenati di Maria, sicuramente un viso simile agli ebrei attuali.

Appunti   di   Franco e Antonio DIMA

Tutte le informazioni che hanno per tema l'arte presepiale ( tecniche, mostre, tutorial, maestri e presepisti ) che trovate su questo portale sono concesse dagli autori stessi e dalle associazioni.  Le news che riguardano il mondo presepistico sono recuperate dal web e in ogni articolo viene inserita la fonte di appartenenza. Se riscontrate un articolo dove non e' inserita la fonte vi preghiamo di darcene informazione tramite email [email protected] Sarà nostra cura aggiornare l'articolo.

Questo sito web utilizza la tecnologia dei COOKIES per migliorare l'esperienza generale del sito. Continuando ad utilizzare questo sito stai implicitamente autorizzando l'utilizzo dei COOKIES. Per accettare in via permanente e rimuovere questo avviso fai click su I AGREE. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. I accept cookies from this site To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information