Crea sito
Tutorial  - Piccolo presepe in una mano

Tutorial - Piccolo presepe in una mano

Realizzazione di un piccolo presepe all'interno del palmo di una mano ricreata con malta Si...

Perche' si festeggia Tutti i Santi - 1 Novembre

Perche' si festeggia Tutti i Santi - 1 Novembre

  La festa di oggi ha per oggetto la glorificazione di tutti i Santi che sono in cielo:...

NATALE FRA ARTE E CULTURA - ENNA

NATALE FRA ARTE E CULTURA - ENNA

NATALE FRA ARTE E CULTURA, si conferma uno degli appuntamenti più partecipati fra le...

4° Mostra arte presepiale - Enna

4° Mostra arte presepiale - Enna

  4^  MOSTRA DI ARTE PRESEPIALE” Dopo il grande successo e gli apprezzamenti...

il Museo di mollina ormai pronto

il Museo di mollina ormai pronto

  Quindici anni fa, Antonio Díaz e Ana Caballero intrapresero un viaggio per incontrare...

La domenica delle palme

La domenica delle palme

    Domenica delle Palme, o Domenica della Passione del Signore, è la festa che nel...

  • Tutorial  - Piccolo presepe in una mano

    Tutorial - Piccolo presepe in una mano

    Martedì, 14 Novembre 2017 03:57
  • Perche' si festeggia Tutti i Santi - 1 Novembre

    Perche' si festeggia Tutti i Santi - 1 Novembre

    Mercoledì, 01 Novembre 2017 10:08
  • NATALE FRA ARTE E CULTURA - ENNA

    NATALE FRA ARTE E CULTURA - ENNA

    Mercoledì, 01 Novembre 2017 09:20
  • 4° Mostra arte presepiale - Enna

    4° Mostra arte presepiale - Enna

    Sabato, 02 Settembre 2017 07:38
  • il Museo di mollina ormai pronto

    il Museo di mollina ormai pronto

    Domenica, 30 Luglio 2017 09:50
  • La domenica delle palme

    La domenica delle palme

    Sabato, 08 Aprile 2017 22:03

3 items tagged "palermo"

Risultati 1 - 3 di 3

Il Presepe Vivente Giuliana ( PA )

Category: presepi viventi
Creato il Giovedì, 11 Dicembre 2014 00:31


Durante il periodo natalizio la Pro-Loco “Città di Giuliana” con il patrocinio del Comune di Giuliana organizza il Presepe Vivente nel suggestivo scenario del quartierePizzu Prituri. Sotto la rocca illuminata di Giuliana, si rivivrà il miracolo della nascita di Gesù Bambino, insieme al recupero di arti e mestieri della tradizionegiulianese e siciliana e alla degustazione di prodotti tipici locali.
 
Inerpicata sulle dolci vette dell’entroterra siculo, sorge una scheggia di diamante purissimo: su di essa i raggi del sole della potente estate si riflettono e riscaldano muscoli e cuore, mentre le folate di vento del non sempre mite inverno si cristallizzano lubrificando la mente e tenendo vivo e indomito lo spirito. Fiera e preziosa, Giuliana, dall’alto del suo colle, si srotola in ripide stradine che, tra suggestivi scorci di un passato illustre e regale, sono state culla di intere generazioni di uomini, cresciuti e forgiati dalla mollezza di quel sole e dalla durezza di quel vento.

La magia del luogo diventa lo scenario del nostro Presepe Vivente, un ormai annuale ritorno a un passato languido e misterioso arrivato, in questa fine 2013, alla sua V edizione. Una manifestazione pensata, e nel filo degli anni fortemente voluta e realizzata, con l’obiettivo di riscoprire, nella cornice della dolce atmosfera Natalizia, alcune nostre tradizioni. Tre giorni che diventano l’occasione per ripercorrere sentieri e viuzze da tempo inesplorati, promuovere la diffusione e lavalorizzazione dei prodotti agroalimentari e artigianali locali, favorire la partecipazione delle famiglie e condividere con queste un percorso di crescita e conoscenza, rafforzare l'identità culturale, la coesione ed il senso di appartenenza, incoraggiando così, il recupero delle proprie radici e stimolando la riflessione sul mistero di Dio fatto Bambino. 
 
Ed ecco che, al calar della sera, fiochi e tenui bagliori animano vicoli, abitazioni e botteghe; un antico mondo riprende vita! È un mondo fatto di cose semplici e autentiche, dove storia, cultura e maestranza si intrecciano, un mondo capace di sprigionare una sacralità ineffabile che tocca il suo culmine nell’ultima scena, la più importante: la Natività. Così, nel cuore di un raccolto, prezioso angolino del nostro paese, “Pizzo Prituri”, sboccia un germoglio di esistenza passata da cui sprigionano sentimenti di armonia e valori autentici e profondi. Un barbaglio di gioia illumina gli occhi dei visitatori, il piacere di rendere felici colma i cuori dei realizzatori … a Giuliana, un evento dal fascino senza tempo.
 
La cittadina, col maestoso castello di Federico II, che la protegge e le da un'identità, con le sue viuzze, le sue case in pietra e i suoi monumenti, da l'impressione di emergere dal lontano medioevo. Fino al 1185, sul monte dov'è adesso il paese, sorgeva un casale, che apparteneva alla «gens Julia» (da qui il nome). Proprio quell'anno l'imperatore Guglielmo il Buono lo cedette, insieme ad altri casali, al vescovo di Monreale. La sua identità urbanistica, invece, si sviluppa a partire dal XIV secolo, quando Giuliana fu prima dei Ventimiglia e poi dei Peralta.
 
Nel 1543, l'imperatore Carlo V elevò la cittadina al grado di marchesato. Nel 1640 il paese passò dai Cordona ai Gioeni, fino al 1812, quando venne abolito il sistema feudale. Proprio con la rievocazione storica dello «Status Julianae», avvenuta il 3 agosto 1997, l'intera comunità giulianese ha provato a riappropriarsi della sua memoria, facendo rivivere la solenne cerimonia che, nel 1543, l'elevò da Contea a Marchesato.
 
Non é solo il castello, ma l'intero centro storico che fa ancora rivivere l'epoca normanno-sveva. Oltre al castello, a Giuliana si possono ammirare tanti altri monumenti: i resti della costruzione araba, chiamata «Cuba», l'ex monastero della SS. Trinità, costruito nel 1655 dai monaci olivetani, la chiesa di San Calogero(XVI secolo), la chiesa di San Nicolò di Bari, chiamata anche Badia, l'ex chiesa degli Agonizzanti (XVII secolo), la chiesa del SS. Rosario (XVII secolo), la chiesa del SS. Crocifisso di impianto barocco e il santuario di Maria SS. dell'Udienza.
 
VI edizione del Presepe Vivente il 27, 28 Dicembre 2014 - 4 Gennaio 2015. 

Per maggiori informazioni: Pagina facebook/Presepe-Vivente-Giuliana

F
onte sicilia in festa

Michele Palmisano

Category: maestri
Creato il Venerdì, 27 Giugno 2014 21:43
 
Michele Palmisano

nasce a termini imerese una cittadina ai piedi di un affascinante monte eurako in provincia di palermo dove vive e lavora. Artista poliedrico, riesce ad incanalare la sua espressività verso la realizzazione plastica di ambienti, oggetti e  personaggi rappresentativi della tradizione popolare siciliana le sue miniaturizzazioni dei luoghi del lavoro contadino e delle attività artigianali tipiche della sicilia pre-industriale sono il frutto di accurate ricerche e ripetuti sopralluoghi, osservazioni analistiche che rivelano la mentalità scientifica dell'etnografo, intorno all'elemento principale della natività, che è il focus del messaggio rappresentativo. Michele palmisano articola la vicenda umana della comunità scandita da riti e culti che esprimono la semplicità spiritualità dell uomo sostanziata da tutta una serie di segnali interpretativi riconducibili alle tradizioni.
                                       

                                                       




      l'arte nel far rivivere il passato

                                      

La rappresentazione della natività viene pertanto , incastonata tra gli elementi connotativi della sicilia pre-industriale in un paesaggio perfettamente riconoscibile entro cui l'autore guida il dialogo con gli elementi . la pietra , l'acqua e la terra, scolpendo e forgiando figure ed ambienti
al cospetto delle sue opere ci si trova immersi nel formicolare delle attività di una comunità. Accanto al mondo agro-pastorale si ritrova quello dei venditori  e poi il mercato e la piazza universale , con la rappresentazione dei mestieri tradizionali.
Le ricostruzioni che animano le istallazioni presepiali sono veri documenti in cui ci si può leggere la storia di epoche passate in uno spaccato storico del paesaggio ,dei costumi , delle attività e della religione della gente di sicilia. Nei presepi di palmisano la scenografia tridimensionale, la rappresentazione delle attivita , dei mestieri , della vita di tutti i giorni oltre a celebrare l'evento sovrumano della nascita divina, divengono palcoscenico umano in grado di suscitare in chi vi si accosta il desiderio di riappropriarsi di un pezzo di storia del territorio. 
- 2° classificato alla rassegna video internazionale san piero patti citta dell'arte presepiale 2011-2012...
e ancora 2012-2013 premio speciale per il presepe il borgo e la masseria 2013 2014 premio per l arte presepiale .. .. per l alta maestria nella rappresentazione del borgo e della masseria.

Contatti 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 Pagina su facebook  Michele Palmisano 





 

Presepe Vivente termini imerese

Category: presepi viventi
Creato il Venerdì, 06 Giugno 2014 08:14
Presepe Vivente termini imerese
fonte http://www.presepetermini.it/

Accompagnati dagli apostoli che conobbero Gesù e le vicende relative alla nascita del Cristo aBetlemme,  si intraprenderà un viaggio in una Termini affascinante, poco conosciuta, in cui si assiste a diverse scene determinanti per la comprensione e la corretta interpretazione del Natale raccontato dai VangeliDall’Annunciazione all’ incontro tra i Magi ed Erode, dalcensimento romano  alla scena che rappresenta la locanda dove Maria e Giuseppe non furono accolti, fino all'annunzio dell'angelo ai pastori prima di raggiungere la grotta, ultimo capitolo dell’itinerario dove si potrà intravedere e contemplare con Maria e Giuseppe, il dono dell’incarnazione, il mistero del Dio che si fa come noi per farci come Lui. La sfida, anche questa volta, consiste nell’organizzare un presepe itinerante capace di ricreare l’agrodolce e intrigante atmosfera dell’antica Palestina, coi suoi mestieri e le sue caratteristiche inconfondibili. Ilpresepe vivente rappresenta un momento di collaborazione tra le varie realtà che compongono la comunità ecclesiale termitana e altre associazioni locali che s'incontrano per una collaborazione fraterna attorno ad un progetto che ha tra i suoi principali obiettivi quello di essere missionario, di avvicinare, dunque, i visitatori al messaggio evangelico. Altro obiettivo è di carattere artistico, ovvero quello di dare modo di riscoprire veri e propri “gioielli dimenticati” dell’arte e della storia della città, come la chiesa di San Giacomo, considerata da molti lo Spasimo di Termini e antica Chiesa Madre, la Chiesa dell’Annunziata dalla caratteristica cupola ottagonale maiolicata al cui interno è contenuto il presepio in marmo di Andrea Mancino (opera presepiale più antica di Sicilia, risalente al 1494), l’imponente scalinata della via Roma e le caratteristiche viuzze del centro storico. 
 
 

 

 

 

Powered by EasyTagCloud v2.6

Tutte le informazioni che hanno per tema l'arte presepiale ( tecniche, mostre, tutorial, maestri e presepisti ) che trovate su questo portale sono concesse dagli autori stessi e dalle associazioni.  Le news che riguardano il mondo presepistico sono recuperate dal web e in ogni articolo viene inserita la fonte di appartenenza. Se riscontrate un articolo dove non e' inserita la fonte vi preghiamo di darcene informazione tramite email [email protected] Sarà nostra cura aggiornare l'articolo.

Questo sito web utilizza la tecnologia dei COOKIES per migliorare l'esperienza generale del sito. Continuando ad utilizzare questo sito stai implicitamente autorizzando l'utilizzo dei COOKIES. Per accettare in via permanente e rimuovere questo avviso fai click su I AGREE. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. I accept cookies from this site To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information